Colantuono: "Palermo squadra volitiva"


"Un aggettivo per il mio Palermo? Una squadra volitiva e che non molla mai". Lo ha dichiarato l’allenatore del Palermo, Stefano Colantuono che, in conferenza stampa, ha espresso una valutazione complessiva sulle qualità della formazione rosanero: "Sono molto contento di aver ritrovato la squadra con la stessa determinazione e voglia di non arrendersi con cui l’avevo lasciata – ha ammesso il tecnico rosanero – A mio avviso abbiamo anche espresso cose interessanti ma mi preme sottolineare il fatto che la squadra, pur con i suoi pregi e i suoi difetti, va in campo sempre con l’obiettivo di dare il massimo e non mollare mai sino alla fine".
Colantuono spende poi parole importanti nei confronti dell’attaccante Fabrizio Miccoli: "Miccoli è un giocatore importante per noi, un elemento che ci è mancato e che indubbiamente alza il tasso qualitativo di questa squadra. A Firenze titolare? Non è escluso che possa partire dall’inzio ma credo che il giocatore in questo momento vada gestito nel modo giusto. Secondo me contro il Catania è stato decisivo perché è entrato in partita in corso".

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.