La Provincia di Ragusa: Chiaramonte Gulfi



Chiaramonte Gulfi 
-->
Chiaramonte Gulfi (prov. di Ragusa - distanza dal capoluogo km 20 - abitanti 8100 - superficie del territorio kmq. 126 - altitudine 668 m.)

Storia

In bella posizione panoramica, fondata ad inizio secolo XIV da Manfredi Chiaramonte sulla collina prospettante l'antica Gulfi distrutta dagli angioini nel 1299.


Tessuto urbano.

L'attuale tessuto urbano, ha origine nel 1300, per volere dei Normanni i quali ricostruirono la città distrutta dagli Angioini e la dotarono di un Castello, Chiese, palazzi e di una cinta muraria. Il terremoto del 1693, distrusse la città medievale e nella ricostruzione si seguì il modello Barocco senza abbandonare l'antico reticolo di vie medievali ed incorporandone tutte le testimonianze che sopravvissero al cataclisma. Nei pressi della città, sono venuti alla luce siti preistorici del neolitico, contenenti reperti datati intorno al secondo millennio a.C. ed il centro abitato di Scornavacche ove, nel 1954 sono iniziati i lavori archeologici e terminati nel 1959. Attualmente la città è dotata di 8 musei tematici e presenta un ricco carnet di eventi, tutto l'anno.
-->

Monumenti.

la porta dell' Annunziata (sec. XIV), residuo della città fortificata, la chiesa Madre (primo ordine 1608), la chiesa di S. Giovanni, convento e chiesa Santa Maria dil Gesù, le chiesa del Salvatore e di S. Filippo, con resti rinascimentali, palazzo Montesano (sec. XVIII) sede di 5 musei, il palazzo di città (già convento dei francescani) e l'ex chiesa di S. Francesco, oggi sala convegni L. Sciascia. Nella vallata sottostante a 4 km: il Santuario di Gulfi con un berniniano baldacchino e statua della Madonna gaginiana; nelle montagne soprastanti Santuario delle Grazie, circondato da una folta pineta, nucleo antico del rimboschimento che copre un terzo del territorio chiaramontano. Musei: dell'olio, del liberty, etno musicale, ornitologico,pinacoteca De Vita (tutti nel palazzo Montesano); museo dei cimeli storici, museo d'arte sacra (in piazza Duomo);museo del ricamo e dello sfilato siciliano (via Lauria, nel centro storico).
Info: ufficio turismo 0932 711239 - ufficio sviluppo economico 0932 711215 - ufficio del sindaco 0932 711219 - Polizia municipale 0932 927370 . Fax 0932 928219.

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.