PALERMO: STAGE INTERNAZIONALE DI MUSICA SUFI E FLAUTO NEY, IL VIA LUNEDI'.

Palermo, 18 Ottobre 2008.

Prende il via lo stage internazionale di flauto ney promosso dall'Officina di studi medievali con il sostegno della Fondazione Banco di Sicilia, e la collaborazione del Comune, della Fondazione Ignazio Buttitta, dell'Università degli Studi di Palermo e del Conservatorio V. Bellini. Lunedì mattina, alle 10, nell'aula Sisto IV della Basilica di San Francesco d'Assisi (ingresso da via del Parlamento 32) è in programma il seminario introduttivo di studi sul tema: Musica sufi ottomano-turca e flauto ney: pratica strumentale e valori culturali. Partecipano il direttore dell'Officina di Studi medievali, professor Alessandro Musco, il professor Giovanni De Zorzi, (Conservatorio di Vicenza), la professoressa Patrizia Spallino (Università di Palermo), la studiosa Maria Giuliana Rizzuto (Officina di studi medievali) e il giornalista Alberto Samonà. Lo stage si terrà al Conservatorio V.Bellini a partire da lunedì pomeriggio, alle 16, e sarà diretto dal maestro Stéphane Gallet, dell'associazione "Voix des Voies" di Parigi, insieme allo stesso Giovanni De Zorzi. Con l'occasione, per una settimana, in città avranno luogo diverse iniziative legate alla musica e alla tradizione sufi: giovedì 23 ottobre, alle 18, al "Teatro delle Balate" (via delle Balate 3, 5) all'Albergheria è in programma un reading di poesie sufi. Saranno letti, fra gli altri, brani del poeta di lingua persiana Jalâl-ud-Dîn Rumî, tratti dalle sue opere principali. Sabato 25 ottobre, alle 20.30, nell'Aula Scarlatti del Conservatorio Vincenzo Bellini (via Squarcialupo 45) è in programma un concerto per flauto ney e canto con gli allievi del corso, diretto dal maestro Stephane Gallet. Domenica 26 ottobre, alle 20.30, nella suggestiva cornice della Basilica di San Francesco d'Assisi (nell'omonima piazza) è in programma un concerto dei maestri Stéphane Gallet (flauto ney, voce, viella yail? tanbûr), Giovanni De Zorzi (flauto ney, voce) e Francesco Clera (percussioni tradizionali). L'ingresso a tutti gli spettacoli è libero. Il ney, strumento musicale dal passato millenario, viene utilizzato dalla confraternita islamica dei "dervisci mevlevi". Dal IX d.C. è uno tra i rari strumenti musicali impiegati nella cerimonia sufi detta samâ".


I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.