TRAPANI: Centro socio educativo per portatori di handicap. Come accedervi.

Trapani, 31 Ottobre 2008 - In attuazione del Piano di Zona, prenderà avvio a Trapani, come negli altri comuni del distretto, un progetto di centro socio – educativo per portatori di handicap, nel quale saranno realizzate attività educative finalizzate alla socializzazione ed all’acquisizione di abilità relative all’autonomia ed attività di accompagnamento strutturate in percorsi individuali o in piccoli gruppi di apprendimento. A Trapani il centro avrà sede nei locali attigui l’ufficio dei Servizi Sociali in via Fra Michele Bugio (Cappuccinelli) e resterà aperto tre volte a settimana. Chi parteciperà alle attività del centro avrà garantito il servizio di trasporto dalla propria abitazione verso il centro e viceversa. Possono accedere alle attività del centro i cittadini disabili, riconosciuti ai sensi della legge 104/92, che avranno presentato apposita istanza, corredata di tutta la documentazione richiesta, entro il 17 novembre prossimo presso la sede dei Servizi Sociali. All’istanza deve essere allegata l’attestazione ISEE anno 2007, corredata da dichiarazione sostitutiva unica e la certificazione attestante la disabilità grave, ai sensi della legge n. 104/92. Per le situazioni di gravità recente, per cui non si è in possesso della suddetta certificazione dovrà essere prodotto certificato del medico di base o del pediatra attestante le condizioni di disabilità, con la copia dell’istanza di riconoscimento della disabilità ai sensi della legge n. 104/92. La modulistica per la presentazione dell’istanza potrà essere ritirata presso la sede dei Servizi sociali in via Fra Michele Burgio (tel. 0923/590411). Qualora il numero delle istanze pervenute dovesse superare la capienza massima, si procederà a stilare una graduatoria che terrà conto dei seguenti criteri di priorità: soggetti che vivono in condizione di solitudine; soggetti che vivono con familiari non in grado di assicurare idonea assistenza. A parità di condizioni sulla base dei criteri individuati, avranno priorità coloro che hanno reddito più basso.

Fonte: Comune di Trapani .

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.