IL TORO INCORNA IL PALERMO. I GRANATA VINCONO PER UNA RETE A ZERO.


Torino, 08 Novembre 2008.

Il Torino vince meritatamente per una rete a zero nei confronti di un Palermo che nel primo tempo appare per larghi tratti della gara stanco, privo di idee, poco convinto di giocare per fare risultato nella città della Mole. Sono i padroni di casa che fanno la partita sfiorando diverse volte il goal nel corso del primo tempo. Ciò nonostante è il Palermo al 16' del primo tempo, con una bordata dalla tre quarti di Fabrizio Miccoli a colpire la traversa della porta avversaria, a farsi pericoloso, a creare una clamorosa occasione da goal. Vince ai punti, idealmente, il Torino i primi quarantacinque minuti di gara. Sono 6 le partite giocate dal Palermo fuori casa. Lo score è di 1 vittoria (Juventus 1-2), 1 pareggio (Lecce 1-1-) e 4 sconfitte (Udine 3-1 con Colantuono, e poi a Napoli 2-1, Catania 2-0 e Torino 1-0). Il Palermo nella ripresa per il gioco espresso in campo meriterebbe il pari, ma è il Torino, al minuto 44', in piena zona Cesarini, a centrare la rete della porta di Fontana con un bel tiro a volo di Saumel. Inizio di partita con la formazione granata che cerca immediatamente di conquistare gli spazi ma il Palermo dimostra molta attenzione in fase difensiva. Il primo tentativo della partita corre al minuto 6 con un tiro dalla distanza del torinista Dzemaili con il pallone che termina poco distante il palo sinistro di Fontana che ha dato l'impressione di poter controllare. Il Torino spinge sull'acceleratore e sugli sviluppi di un calcio di punizione dal vertice destro del terreno di gioco, Di Loreto tenta la grande giocata colpendo il pallone con il tacco. Il pubblico di fede granata non risparmia i fischi per l'ex Balzaretti, reo di un trascorso juventino. Su cross di Diana al minuto undici, Stellone vola più alto di tutti girando di testa verso la porta di Fontana costretto in tuffo a mettere in angolo. E' ancora Stellone un giro di orologio dopo a girare bene all'interno dall'area palermitana, fortunatamente senza successo. I granata aggrediscono la nostra squadra giocando prevalentemente sulle fasce. Il break rosanero arriva al 13' con un tiro dalla lunga distanza di Simplicio che tuttavia non inquadra la porta di Calderoni. Clamorosa occasione gol per il Palermo al 16' con Miccoli che liberandosi bene ai 20 metri spara una fucilata verso la porta dell'estremo granata centrando in pieno la traversa e sulla ribattuta, sfortunata conclusione di Cavani a porta vuota. Bene così perchè il Palermo nelle ripartenze può fare male alla formazione di De Biasi. E' Dzemaili che mette i brividi a Fontana con un tocco ravvicinato su cross di Diana con il pallone che scheggia il palo sinistro del nostro portiere. La partita è viva e ricca di emozioni. Pericolosa punizione dai sedici metri al 22' per il Torino per un fallo di Bovo in controllo su Stellone. Si incarica della battuta Dzemaili di potenza con la sfera che termina di poco alta la traversa di Fontana. Lo stesso Dzemaili al 25' si becca il giallo da Rizzoli per un brutto fallo su Migliaccio in fase di impostazione. La parte centrale della prima frazione di gioco annota un abbassamento del ritmo con le due squadre che si fronteggiano prevalentemente a centrocampo. Rischio per i rosa al 33' per uno sfortunato disimpegno di Fontana che per poco non scatenava il contropiede granata. Tre minuti più tardi protestando per un fallo laterale, Balzaretti si fa ammonire da Rizzoli ed essendo in diffida salterà la prossima gara contro l'Inter. Ancora pericoloso il Torino al 40' con Barone che dalla distanza tira verso la porta di Fontana e pallone di pochissimo alto sopra la traversa. Bene la formazione di De Biasi nelle ripartenze. Al 42' volata in avanti di Barone, palla verso Dzemaili che non ci pensa due volte verso Fontana costretto a deviare in angolo al volo. La prima mossa dei due allenatori è di De Biasi che inserisce Rosina al posto di Colombo. Il torinista è uscito per un problema all'adduttore. Dopo un minuto si fa male Zanetti costretto ad uscire in barella. L'esterno sembra non farcela ed è pronto ad entrare in campo Saumel, sostituzione che avviene puntuale al 7'. Un minuto più tardi su buona iniziativa di Cassani sulla sinistra, pallone messo al centro dove prova Bovo senza fortuna, complice il corpo all'indietro in fase di coordinazione. Al 9' gol annullato al Torino: gran tiro di Dzemaili, palo con Fontana battuto e tapin di Amoruso castigato per fuorigioco dalla segnalazione dell'assistente di Rizzoli. Anche nella ripresa il Toro inizia con grande vigoria. Fortunatamente il Torino non riesce ad essere concreto nella nostra area. Granata che sembrano aver messo una marcia in più con l'ingresso di Rosina. Semina il panico al 14' Dzemaili che arrivato ad un tiro di schioppo dall'area palermitana serve Stellone che tentenna troppo permettendo il recupero della nostra difesa. Giallo per Bovo per fallo di mano. Dalla successiva punizione del solito Dzemaili, parata in due tempi di Fontana. Subito la replica del Palermo con Miccoli che costringe al 16' Calderoli al miracolo in angolo. Ballardini decide al 17' di cambiare qualcosa in squadra, togliendo Balzaretti ed inserendo Ciaramitaro. Attimi di paura al minuto 22 per Cavani che in un contrasto con Pisano poggia male la caviglia rimanendo a terra infortunato. Fortunatamente nulla di grave per l'uruguaiano. Pericolo per il Palermo al 25' con Rosina che dai 25 metri tira di prima intenzione, parata d'intuito di Fontana e nuovo tiro lontano dallo specchio della nostra porta di Stellone. Su cross di Rosina al 28' Amoruso anticipa di testa Kjaer mandando di poco al lato della porta di Fontana. Risponde il Palermo con un tiro dalla lunga distanza di Simplicio neutralizzato con qualche difficoltà da Calderoli a terra. Entriamo nel cuore della partita con i rosanero che guadagnano metri cercando di conquistare la vittoria. Il Torino si riaffaccia nell'area palermitana al 34' sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina di Rosina con una sfortunata uscita di Fontana, dove Ogbonna non arriva all'appuntamento con la sfera. Ci prova poi Stellone, ma Fontana è attento. Calcio d'angolo per i rosa al 36'. Miccoli dalla bandierina, Pisano mette fuori, ancora Miccoli con la difesa granata che mette in fallo laterale. De Biasi cerca la mossa vincente inserendo al 37' Abbruscato al posto di Barone, autore di una bella gara. Il Palermo resta in 10' un minuto dopo per l'espulsione di Nocerino, gomito alto di Dzemaili. Anche questo, dopo l'ammonizione di Balzaretti nel primo tempo non ci voleva in vista della prossima partita con l'Inter di sabato prossimo. Adesso ci sarà da soffrire. Ballardini al 42' inserisce Budan al posto di Miccoli. Il croato darà anche una mano anche in fase difensiva. Ad un minuto dalla fine, la beffa per il Palermo: Saumel lascia partire un micidiale sinistro al volo che non perdona Fontana. Assalto finale del Palermo che prova a riacciuffare la partita. Bel crosso di Kjaer con la difesa avversaria che libera con qualche affanno. Non succede più nulla ed i rosanero bevono l'amaro. Per saperne di più....

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.