INTEGRAZIONE ALL'AFFITTO PER IL 2007 ANCHE AI CITTADINI EXTRACOMUNITARI.

Palermo, 07 Novembre 2008.

Via libera dell'Amministrazione comunale al bando pubblico per la concessione del sostegno economico integrativo all'affitto per l'abitazione principale per il 2007 con una novità: la possibilità di ottenere il contributo anche da parte dei cittadini extracomunitari che rispondano a determinati requisiti. L'avviso andrà in pubblicazione oggi all'Albo Pretorio del Comune e sono previsti sessanta giorni di tempo per la presentazione delle domande. Il termine scadrà il prossimo 5 gennaio 2009. Possono partecipare coloro che hanno il possesso dei seguenti requisiti alla data di chiusura del bando: 1) avere mantenuto la residenza nell'appartamento nel territorio del Comune nel periodo per il quale si chiede il contributo; 2) avere sottoscritto e registrato un contratto di locazione di immobile, con categoria catastale da A/2 ad A/7, ad uso abitazione principale relativamente alla locazione per il 2007, purché non stipulato tra parenti e affini entro il secondo grado o tra coniugi non separati legalmente; 3) che l'intero nucleo familiare convivente abbia percepito nell'anno di imposta 2007 (dichiarazione dei redditi 2008) un reddito complessivo lordo: non superiore ad euro 11.339,64, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 14% (fascia A); non superiore ad euro 13.285,35, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 24% (fascia B), così determinato ai sensi dell'art. 21 della L. 457/78: "il reddito complessivo del nucleo familiare è diminuito di euro 516,46 per ogni figlio che risulti essere a carico, qualora alla formazione del reddito predetto concorrano redditi da lavoro dipendente, questi, dopo la detrazione dell'aliquota per ogni figlio che risulti essere a carico, sono calcolati nella misura del 60 per cento"; 4) che nessun componente il nucleo familiare convivente abbia la titolarità del diritto di proprietà o di uso o di abitazione su di un alloggio sito nel Comune adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare ovvero in qualsiasi località di uno o più alloggi che, dedotte le spese nella misura del 25%, consentano un reddito annuo superiore ad € 206,58; 5) che nessun componente il nucleo familiare convivente abbia ottenuto l'assegnazione in proprietà o con patto di futura vendita di un alloggio costruito a totale carico o con il concorso o con il contributo o con il finanziamento agevolato, in qualunque forma concessi, dello Stato o di altro ente pubblico; 6) che nessun componente il nucleo familiare convivente abbia beneficiato nel 2006 di altra contribuzione alloggiativa. Per quanto riguarda i cittadini extracomunitari, oltre ai requisiti specificati, è necessario che siano in possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o che siano residenti da almeno cinque anni nella stessa regione. Documenti da allegare (a pena di esclusione): Fotocopia contratto di locazione debitamente registrato. Fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità di chi presenta l'istanza. I cittadini extracomunitari dovranno allegare anche il certificato storico di residenza. La concessione e l'entità del contributo sono subordinate allo stanziamento che l'Assessorato regionale Lavori pubblici assegnerà al Comune. I fondi saranno distribuiti proporzionalmente agli aventi diritto. Il contributo sarà commisurato all'incidenza del canone sul reddito e non potrà, comunque, superare la somma di euro 3.098,74 per la fascia A e di euro 2.324,05 per la fascia B. Rimane a carico dell'utente una quota di canone pari ad almeno il 14% o al 24% del reddito, secondo la fascia di reddito, e comunque non inferiore al canone minimo stabilito dalla normativa sugli alloggi di edilizia economica e popolare (euro 25,82 mensili). Al termine dell'istruttoria sarà pubblicato elenco degli ammessi e degli esclusi e potrà essere presentata opposizione entro trenta giorni. La domanda di ammissione al contributo, firmata e corredata di documentazione, è da inviare esclusivamente a mezzo del servizio postale con raccomandata A.R. (farà fede la data di spedizione) al: "Comune di Palermo - Settore Servizi Socio-Assistenziali - Servizio Assegnazioni e Sostegno all'Affitto - Via Fattori n. 60, 90146 Palermo. Nella busta dovrà essere indicato il cognome, nome e residenza del dichiarante con la dicitura "domanda integrazione affitto anno 2007". L'istanza può anche essere presentata tramite sindacati e C.A.F., e comunque, entro i limiti di scadenza dovrà essere recapitata presso il servizio Assegnazioni e Sostegno all'Affitto. Potrà essere presentata una sola domanda per nucleo familiare,eventuali integrazioni alla domanda saranno ammesse solo se spedite entro la data di scadenza del bando. Il bando è consultabile nel sito internet del Comune all'indirizzo www.comune.palermo.it.

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.