A Capodanno almeno in 300mila festeggeranno in agriturismo.

Roma, 28 dic. (Apcom) - In 300mila saluteranno il nuovo anno gustando in una azienda agricola le specialità della tradizione regionale italiana. E' quanto stima Agriturist-Confagricoltura. Cotechino con lenticchie, panettone e pandoro saranno i soli standard del cenone di Capodanno proposto dagli agriturismi. Tutto il resto sarà prodotto sul posto o comunque tipico dell'agricoltura regionale, con crescente attenzione per i prodotti italiani a denominazione d'origine. Il cenone sarà offerto da circa 9.000 agriturismi, 7.600 dei quali daranno ai propri ospiti anche la possibilità di soggiornare per qualche giorno in campagna con il meteo che annuncia cielo sereno quasi in tutta Italia. Altre 8.000 aziende agricole metteranno a disposizione alloggi indipendenti dove gli ospiti potranno cucinare da sè, oppure passare la serata di San Silvestro in un vicino ristorante tipico suggerito dall'agricoltore. Verranno proposti menu caratterizzati, non solo dalla tradizione gastronomica del territorio in questo periodo, ma anche dalla stessa tradizione familiare, con particolare fantasia nella preparazione degli antipasti (bruschette, formaggi e salumi tipici, timballi a base di ortaggi) e dei primi piatti (minestre di legumi, sughi di carne, paste ripiene). Fra i dolci, grande varietà di specialità locali in cui saranno protagonisti la frutta (fresca, secca o candita) e il miele. Lo spumante italiano dominerà incontrastato nei brindisi, e non potrebbe essere diversamente. L'offerta di prodotti propri riguarderà soprattutto vino, olio extravergine di oliva, carni di bassa corte e di maiale, ortaggi e frutta di stagione. Gli altri prodotti agroalimentari proverranno da aziende agricole vicine, o da artigiani alimentari della zona (che spesso lavorano materie prime conferite dalle stesse aziende agrituristiche). Il 28% degli agriturismi proporrà anche prodotti biologici. Decisamente contenuti i prezzi, in particolare per chi ha scelto la mezza pensione: dagli 80 ai 100 euro al giorno. Significativa anche la vendita diretta di prodotti agricoli (da parte degli agriturismi e di aziende agricole ad essi vicine) per gli oltre 50mila ospiti che prepareranno il Cenone da sè, gustandolo in famiglia o in compagnia di amici. Red/Vis

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

PALERMO:DAL 24 CIRCOLAZIONE A TARGHE ALTERNE, UNA PAGINA WEB NEL SITO DEL COMUNE.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.