Capodanno; Cia: 350 mln per brindisi, preferito spumante italiano.

Milano, 30 dic. (Apcom) - Il 2009 sarà salutato dal salto di milioni di tappi di spumante, nella stragrande maggioranza (oltre l'85%) "made in Italy". Lo sostiene la Cia-Confederazione italiana agricoltori: gli italiani per brindare al nuovo anno spenderanno circa 350 milioni di euro. Nella notte più lunga dell'anno il brindisi non farà, quindi, "flop". Come per il Natale, anche per il cenone di San Silvestro ci sarà un aumento dei consumi, in quantità, di spumante pari al 2,1% rispetto al Capodanno del 2008. In crescita, comunque, anche la spesa con un aumento pari al 5% rispetto all'anno passato, per una cifra che si avvicina ai 350 milioni di euro. La Cia rileva che il 60% delle bottiglie di spumante verrà stappato in famiglia. A prevalere nelle case degli italiani sarà lo spumante dolce (56%), seguito da quelli secchi e brut e dallo champagne. Un successo soprattutto tra i giovani che stanno riscoprendo il sapore e l'aroma caratteristici degli spumanti Il giro d'affari mondiale supera i 2,3 miliardi di euro, con circa 300 milioni di bottiglie vendute, 277,7 milioni con metodo Charmat (Asti, Prosecco) e 22,3 milioni con metodo classico (Trento Doc, Oltrepò Pavese, Franciacorta); 153,1 milioni consumate in Italia e 146,3 esportate. Il consumo nazionale, compreso gli spumanti importati, è 165,6 milioni di bottiglie. Le "bollicine" nostrane - rileva la Cia - si stanno sempre più affermando sui mercati internazionali. Nelle esportazioni, infatti, si registra un +11 per cento di volumi e un +29 per cento in valore nei primi 11 mesi del 2008. Per i nostri spumanti continua la "conquista del mondo", con Asti e Prosecco veri leader all'estero, rispettivamente, secondo i dati dell'Osservatorio economico nazionale spumanti, con poco più di 63 milioni di bottiglie e con 44 milioni di bottiglie. Mon

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.