Calcio/Palermo: Siena 1 Palermo 0. Cronaca ed highlights.

Il Siena batte il più brutto Palermo della stagione per una rete a zero.

Siena, 10 Maggio 2009.

Il Palermo, salvo un tiro di Miccoli all'alba del match ed a una conclusione di Succi al tramonto della gara non si è reso mai pericoloso, cocciando quasi sempre contro la buona organizzazione dei bianconeri. Orfano di Liverani ai box per problemi muscolari, i rosanero non sono riusciti a ragionare come dovevano fare. I rosa hanno dovuto rinunciare poi a Tedesco dopo una manciata di minuti con Bresciano in campo senza dare alla squadra il contributo sperato. Adesso l'Europa è distante un pò di più con la Roma che ha aumentato a due il vantaggio in classifica. Ballardini (oggi in tribuna per la squalifica, in panchina Carlo Regno) è costretto a ridisegnare la formazione a causa delle assenze di Balzaretti e Liverani. Il tecnico recupera Kjaer che fa coppia con Migliaccio al centro della difesa con Bovo (al rientro dalla squalifica) esterno sinistro. In mezzo al campo Guana e Tedesco, confermati dopo la bella prova di sette giorni fa contro il Cagliari. L'attacco è come da copione nelle mani di Miccoli e Cavani. Dall'altra parte, Marco Giampaolo rinuncia al suo classico modulo e da spazio a quei giocatori che non hanno trovato spazio con continuità e concede respiro, facendoli partire dalla panchina a Khajra, Brandao e Codrea. Arbitra Ciampi al suo primo confronto ufficiale con i rosanero nella massima serie. I primi minuti del match sono tipicamente di studio. A Siena c'è una bela giornata, campo in ottime condizioni, settore ospiti con circa 500 tifosi rosanero. Punizione per il Palermo al 4' per un fallo di Coppola su Miccoli, oggi capitano di giornata per l'assenza di Liverani. Botta pazzesca dalla distanza del salentino non trattenuta a terra da Curci e ancora l'estremo senese su Cavani comunque in posizione di fuorigioco. La prima ammonizione della gara si registra al 7' all'indirizzo di Guana che da dietro blocca la probabile fuga di Galloppa. Da un cross di Del Grosso dalla sinistra arriva un pericolo per il Palermo al 9' con un colpo di testa di Calaiò di poco alto sopra la traversa di Amelia. Già in emergenza, la gara del Palermo aggiunge una novità con Tedesco costretto ad uscire al 10' per un problema muscolare sostituito da Bresciano. E' di Ficagna di testa un nuovo tentativo di andare a rete con il pallone che termina fortunatamente alto. Il Siena appare più reattivo rispetto ai rosanero e i pericoli verso la porta d Amelia iniziano ad essere troppi, ultimo il colpo di testa di Portanova di poco a lato al minuto 14. Il Palermo al 16' si affaccia di nuovo dalle parti di Curci. Buona l'iniziativa di Simplicio che va via bene in dribbling, corridoio per Cavani che si accentra non trovando lo spazio per tirare, appoggio per lo stesso Simplicio che tira di prima intenzione con deviazione in angolo. La buona organizzazione difensiva del Siena non concede luce alle iniziative dei palermitani in fase offensiva. Al 25' Cavani ha una buona occasione per far male a Curci, con Portanova che in area non abbocca alle finte dell'uruguaiano riuscendo a sventare il pericolo. Lo stesso Portanova poi deve ricorrere alle cure sanitarie dopo il duello con il nostro attaccante. Al minuto 34 provvidenziale Migliaccio in area su tentativo di conclusione ravvicinata di Zuniga ad un passo da Amelia. Il Siena continua a dimostrare più convinzione in fase di attacco e ci prova quasi allo scadere con Jarolim la cui conclusione da dentro l'area viene intercettata da Nocerino. Il primo tempo termina con una bordata di Nocerino che trova ben piazzato Curci. Ad inizio di ripresa, Giampaolo e Regno ripropongono gli stessi effettivi della prima frazione di gioco. Il primo spunto è del Palermo con Cavani che in posizione decentrata sulla sinistra spara alto. Al 4' Ghezzal semina il panico all'interno dell'area palermitana con intervento finale di Cassani che mette in angolo con le proteste dei giocatori toscani che reclamano con Ciampi il calcio di rigore. Il franco-marocchino resta a terra infortunato insieme ad Amelia che era uscito alla disperata a protezione della porta. La prima vera parata di Amelia arriva al 7' quando para bene a terra una punizione dl Del Grosso. Il nostro estremo continua ad avere qualche problema muscolare alla gamba destra. Al 15' il palermitano Calaiò porta in vantaggio il Siena, legittimando la maggiore convinzione espressa sul campo. Fa tutto Zuniga che penetra in area rosa dalla destra, uno-due con Vergassola e appoggio per Calaiò che all'altezza del dischetto elude l'intervento di Kjaer e beffa Amelia nell'angolino di destra. Il gol del Siena arriva nello stesso momento in cui il Cagliari raddoppia sulla Roma. Al 19' Amelia è costretto ad uscire alla disperata sull'accorrente Jarolim ben servito da Vergassola. Il Palermo non dà segni di reazione ed è davvero un peccato stando al parziale che arriva dal Sant'Elia. La squadra di Ballardini forse commette l'errore di restare troppo rinchiusa nella metà campo di competenza. Al 22' Regno cerca di dare una bella sveglia alla squadra inserendo Succi al posto di Guana. Non si mette bene per i rosanero perchè a Cagliari la Roma è riuscita a pareggiare (2-2). Il Siena intanto è sempre pericoloso dai tiri dalla bandierina come al minuto 27 quando Ficagna gira bene verso la porta di Amelia alzando però la mira. Il tempo scorre ed il Palermo continua a non impensierire Curci. Al 32' Miccoli cerca di risolvere da solo la brutta situazione in cui si è ficcato il Palermo con tiro dalla corta distanza che si spegne altro sopra la traversa di Curci. In campo anche Hernandez al posto di Nocerino. E' l'ultima carta di Ballardini e Regno per recuperare questo match. Dall'altra parte in solitudine Ghezzal fugge via sulla sinistra, entra in area per servire l'altrettanto isolato Calaiò ma provvidenziale l'intervento in scivolata di Migliaccio che manda in angolo. Con quattro attaccanti Giampaolo inserisce Rossettini, al rientro dopo un lungo infortunio, al posto di Zuniga. E' chiara l'intenzione del tecnico senese di dare man forte alla propria gendarmeria. Interessante punizione dal limite per il Palermo al 37'. Palombella di Miccoli al centro dell'area per Succi che tocca il pallone che termina di poco fuori. Bravo Amelia al 40' che devia in angolo una bella girata al volo di Calaiò. Gli ultimi minuti servono al Siena per tentare il raddoppio e a Giampaolo per operare le altre sostituzioni. Sono sei i minuti di recupero e c'è il tempo di vedere un palo clamoroso di FRICK Mario e una super parata di Amelia su Calaiò. Con il tracciante ci prova Miccoli senza trovare lo specchio della porta. Ciampi fischia la fine e forse le speranze europee del Palermo.

Fonte: ilpalermocalcio.it

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.