IMMIGRATI: IN SCENA A LAMPEDUSA CRONACHE DI NAUFRAGI E DOLORE.


Visualizzazione ingrandita della mappa

(AGI) - Lampedusa, 27 giu. - Cronache di naufragi e di dolore dalle rotte degli immigrati in scena a Lampedusa, dove un migliaio di spettatori, compresi molti turisti lombardi e veneti, hanno appaludito e si sono commossi ieri sera sul sagrato della chiesa di San Gerlando con lo spettacolo "La porta della vita". Il testo e' tratto dai piu' recenti articoli dell'inviato di 'Repubblica' Francesco Viviano, giornalista che da anni segue il fenomeno dell'immigrazione. Storie che sono passate in tutti i telegiornali, come quella dei disperati naufraghi aggrappati alle gabbie per tonni in pieno Canale di Sicilia o quella della motonave "Pinar" tenuta in alto mare per giorni da una disputa diplomatica tra Italia e Malta con a bordo oltre 150 migranti appena soccorsi e il cadavere di una giovanissima nigeriana incinta gettato tra il ciarpame a poppa. Fatti dunque noti, forse orecchiati distrattamente da un tg in sottofondo durante la cena. Ma di ben altro impatto nella recitazione dell'attore palermitano Filippo Luna, che ha curato anche la regia e che ha emozionato il pubblico grazie anche alle sottolineature musicali del percussionista Giovanni Parrinello. Il musicista, con un tamburo pieno di riso, ha ricreato i fragori delle onde, colonna sonora dei tragici viaggi degli immigrati. Alla fine dello spettacolo, prodotto dall'editrice palermitana Maria Elena Vittorietti, centinaia di turisti milanesi, bergamaschi, veronesi, hanno chiesto il testo di Viviano, stampato in un libretto che e' stato distribuito tra gli spettatori.

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Il Barocco e il Serpotta.