I grigi, gli alieni macrocefali, con occhi grandi e scuri e corpo esile, sono fra noi.

12 Agosto 2009.

Nella prima puntata di "Mistero", la trasmissione condotta da Enrico Ruggeri, andata in onda il giorno 1 Luglio 2009 sul canale televisivo Mediaset Italia 1, si raccontava la storia di tale Giovanna che è spesso in contatto con due specie aliene, che l'avrebbero più volte rapita al fine di porre in essere degli esperimenti genetici tesi alla creazione di un ibrido "uomo-alieno" che possa consentire loro la sopravvivenza della specie, stante la loro impossibilità a procreare in quanto divenuti sterili, per motivi a noi sconosciuti, e che in questi ultimi anni l'hanno costretta ad avere ben diciotto gravidanze, una delle quali andata a buon fine.
A dire di Giovanna, infatti, un ibrido "uomo - alieno", a cui lei ha dato il nome di Celestino, a distanza di anni dal concepimento le ha fatto visita rivelandosi come suo figlio, frutto degli esperimenti di genetica che i suoi simili avevano fatto su Giovanna nel corso degli ultimi anni.
Nella puntata successiva è stato trasmesso un video circa una sorta di autopsia praticata su di un'aborto di ibrido "uomo-alieno", anche detto starchild, realizzato con mezzi propri da Giovanna e forse dal suo compagno di vita, rimasto ignoto, filmato che è stato fornito dalla medesima Giovanna alla redazione di Mistero quale prova documentale dei pregressi rapimenti alieni da lei patiti.
Così come sostenuto nel corso della puntata in narrativa, non è stato possibile esaminare il feto dell'ibrido "uomo - alieno", ripreso nel filmato amatoriale, e per tale motivo, non essendoci fondamenti scientifici, non è possibile corroborare la tesi sostenuta dalla medesima Giovanna, la cui identità è rimasta ignota, circa i rapimenti alieni da lei patiti e le diciotto gravidanze avute a seguito degli esperimenti genetici a cui è stata sottoposta da parte degli alieni nel corso di questi ultimi anni. Per saperne di più......
A quanto pare non è l'unica in Italia a sostenere di essere stata rapita dagli alieni. Per anni, un altro signore, un metronotte, disse di essere stato rapito dagli alieni. E cosa accadde? Il povero Fortunato Zanfretta ripeté la sua storia senza essere ascoltato, senza che nessuno gli credesse, fu addirittura messa in dubbio la sua sanità mentale.
1) Zanfretta sostiene di essere venuto in contatto con gli alieni la prima volta nel dicembre del 1978 e di averli visti per l'ultima volta nell'agosto del 1981.
2) Zanfretta sostiene di avere nel retro del cranio una placca che gli sarebbe stata impiantata dagli alieni. Gli esami clinici fatti da Zanfretta e mostrati più volte in Tv, anche a "Il Bivio" (parlando di Ruggeri) nella puntata del febbraio 2007 o a REPORT sempre nel 2007, compresa la perizia psichiatrica (che lo ha giudicato sano di mente) e le radiografie al cranio.
3) Inoltre, Zanfretta sostiene di essere in possesso di una scatola dalla forma piramidale, lasciatagli dagli alieni, in grado di aprirsi ed emettere scariche elettriche e di luce molto forti. Dice anche di non averla mai mostrata a nessuno per via del divieto assoluto degli extraterrestri.
4) Zanfretta sostiene che gli alieni gli abbiano imposto di raccontare il suo incontro con loro.
5) Secondo Zanfretta gli alieni torneranno o, forse, perché no, sono già tornati, dato che la sua storia si svolge quasi 30 anni fa.
Questi i video del racconto dell'incontro del Terzo Tipo del metronotte Zanfretta con le immagini delle regressioni alle quali si sottopose poco tempo dopo quel giorno di dicembre 1978 NON CONTRADDICENDOSI MAI nel corso degli anni:

Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.