Zenga: "Genoa? Non penso al turnover".

31 Ottobre 2009.

Protagonista della conferenza stampa di giornata l’allenatore rosanero Walter Zenga, che ha incontrato i giornalisti prima dell’allenamento della sua squadra al “Tenente Onorato” di Boccadifalco. “Quella di domani sera contro il Genoa sarà una partita davvero importante perché affronteremo una formazione che lotterà fino alla fine del campionato per i nostri stessi obiettivi. Il turnover? Se i miei giocatori stanno bene non vedo perché tenerli fuori, hanno avuto ventiquattro ore per tirare il fiato e devono abituarsi a giocare con determinati ritmi. Giovedì sera a ‘San Siro’ abbiamo espresso tante cose positive da ricordare e valorizzare. L’impiego di Hernandez? Abel si è infortunato durante il ritiro in Austria, poi è tornato a disposizione ma è dovuto ripartire subito per i Mondiali Under 20. E’ certamente una valida alternativa in attacco, senza dimenticare che, come Mchedlidze, è un ragazzo molto giovane. E’ troppo facile sparare a zero su Goian e Melinte, i quali credo abbiano giocato un’onesta gara e, tutte le volte in cui sono stati chiamati in causa, hanno dimostrato di poter giocare senza problemi in questa squadra. Miccoli, invece, ha fatto due gol da vero centravanti, sono felice per lui che può raggiungere senza problemi quota 20 nella classifica marcatori. Noi vogliamo arrivare in alto, raggiungere l’ Europa e restarci. A volte bisogna accettare anche certe battute d’arresto senza far drammi, specialmente se affronti formazioni abituate a scendere in campo ogni tre giorni”.

Fonte: ilpalermocalcio.it

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.