La casa dei sogni? È «fai da te»

A Buscate, nel milanese, ville a prezzo di costo partendo dal terreno.

19 Maggio 2010.

Prendere carta e penna e disegnare la propria casa partendo dal terreno non è più un semplice sogno, ma una realtà. Lo dimostra l'esperimento promosso ad Arconate (Milano) dove di dieci lotti di terreno edificabili, nell'arco di dieci mesi, ne sono stati venduti oltre la metà (sei): «La soluzione piace molto -spiega Luigi Barbato, presidente di Erif Real Estate, società di costruzioni che ha promosso l'iniziativa-, tanto che la stiamo ripetendo in un altro comune del milanese, Buscate».
Immaginarsi architetti per un giorno non è più una fantasia. In tempi di crisi economica, c'è chi propone soluzioni. Come la vendita di lotti di terreno edificabili, immersi in una cornice elegante e verde, e completamente allacciati a tutte le utenze (sanitaria, elettrica, telefonica, metano) ed esenti da oneri di urbanizzazione. Pronti, in sintesi, per essere edificati. Come e quando desidera l'acquirente. A Buscate, piccolo centro dell'Altomilanese, la proposta viene ripetuta. Diciassette lotti di terreno edificabili, situati in via 2 Giugno, di 400 metri quadrati ciascuno permettono la realizzazione di altrettante ville di circa 155 metri quadrati calpestabili e 250 metri quadrati di giardino di proprietà. Si tratta di un'operazione che «più che costruire, lascia sognare. Essere attori economici in un determinato territorio -continua Barbato- significa certo cercare di fare affari e rendere dinamico il mercato, ma anche dare risposte in momenti difficili alle persone. Noi lavoriamo nell'ambito delle costruzioni e sappiamo benissimo che nel momento economico attuale non è facile per una giovane coppia, piuttosto che per una famiglia, decidere di acquistare o cambiare casa. Questa operazione permette di investire denaro in maniera sicura per decidere, domani, come sfruttarla. Con l'aggiunta che gli acquirenti saranno liberissimi di disegnare la propria casa come la desiderano e costruirla quando meglio credono». Affidarsi a un'impresa edile "amica", infatti, «permette di costruire una villa praticamente a prezzo di costo -precisa Barbato-. Certo, se qualcuno chiedesse a noi di farlo, non ci tiriamo indietro, è il nostro lavoro. Una novità assoluta nell'ambito dell'immobiliare italiano che mette in campo un nuovo modo di realizzare la propria abitazione e che, dopo il successo dell'operazione di Arconate, viene proposto in un altro comune alle porte di Milano. Il costo di un lotto standard è di 85mila euro, compreso di oneri di urbanizzazione e l'allacciamento alle varie utenze. Non resta che prendere carta e penna e diventare, anche solo per un giorno, l'architetto di casa propria (www.erif.it/terreni).

Fonte: Ufficio Stampa Erif: Eo Ipso Info: Stefano Morelli - 335.5920810 - smorelli@eoipso.it



300x250 Cell

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.