PALAGONIA (CT): FESTA DI S. FEBRONIA (16/6 - 2/7/2010)

10 Maggio 2010

I festeggiamenti si apriranno quest'anno il 16 giugno con una serie di eventi artistico-culturali presso siti archeologici, edifici pubblici, vie e piazze cittadine.Il 24, vigilia della festa, rappresenta ad oggi, il momento più rappresentativo: in Chiesa Madre, si dà luogo alla tradizionale “Spaccata ‘o Pignu” (rievocazione scenica dell’ingresso in Paradiso di Santa Febronia). Segue l’apertura della cappella di Santa Febronia, da parte del Parroco, del Sindaco e di un rappresentante anziano del Comitato; il fercolo della Santa viene dunque portato sul sagrato della chiesa per il saluto da parte di una grande folla di fedeli. Il 25, giorno della festa, particolare è la messa mattutina con il rito della benedizione degli abitini votivi, indossati dalle bambine; la Santa Messa solenne, seguita dall’uscita trionfale del fercolo; la breve processione al sole cocente, la vendita all’asta della campanella, il cui acquirente avrà diritto di suonarla per tutta la durata della festa, nel corso delle processioni; ed il rituale “taglio del nastro” in piazza Umberto, seguito, poco dopo, dall’ingresso nella chiesa Madonna di Trapani. Nel tardo pomeriggio, la processione per alcune vie della città e di nuovo l’ingresso alla Madonna di Trapani per la venerazione da parte dei fedeli. Poco prima della mezzanotte riprende la processione per il rientro del fercolo in Chiesa Madre, ove resterà esposto per tutto l’ottavario che si tiene con celebrazioni a tema. Nel corso dell'ottavario, di particolare suggestione è il Pellegrinaggio in Contrada Coste, con la Reliquia della Santa, e la S. Messa nei pressi dell'antico Eremo di S. Febronia. Il 2 luglio, ottava della festa, con le processioni del mattino e della sera, inframezzate dalla sosta nella Chiesa San Giuseppe, a conclusione delle quali si tiene una celebrazione cittadina in piazza Garibaldi (che per l’occasione si trasforma in una grande chiesa all’aperto); quindi il rientro del Fercolo in Chiesa Madre e la chiusura dei festeggiamenti. Non mancano poi le manifestazioni collaterali al programma liturgico, con concerti, mostre, gare sportive, iniziative culturali, spettacoli pirotecnici.

PRESTO SARA' COMUNICATO IL PROGRAMMA UFFICIALE CON TUTTI GLI EVENTI.

25 GIUGNO A.D.305
“A Sibapoli, in Mesopotamia, avvenne la preziosa morte della vergine e martire Febronia, la quale, nella persecuzione di Diocleziano, per ordine del giudice Seleno, volendo essa conservare la fede e la castità, fu da prima vergheggiata e tormentata sull'eculeo, di poi fu straziata coi pettini e sottoposta alla pena del fuoco, in ultimo, dopo che le furono strappati i denti e tagliate le mammelle e i piedi, le fu reciso il capo, onde, adorna di tanti fulgenti meriti guadagnati col suo martirio, volò allo Sposo”.

Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.