Calcio, Serie A Tim: Fiorentina 1 vs Palermo 2. Cronaca ed highlights della partita.

3 Ottobre 2010.

Prezioso successo esterno per il Palermo allenato da Delio Rossi, che oggi pomeriggio allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze ha superato 2-1 la Fiorentina, nella gara valevole per la sesta giornata del Campionato di Serie A Tim.

Toscani in campo con il modulo 4-2-3-1, con Gilardino supportato dal tridente composto da Cerci, Ljajic e Marchionni. I rosanero schierano invece un 4-3-2-1 con il tandem Pastore-Ilicic ad agire alle spalle dell’unica punta Pinilla. Al 2’ Marchionni al tiro dalla lunga distanza, nessun pericolo per Sirigu. Tre minuti più tardi, il destro di Nocerino dai venticinque metri finisce fuori bersaglio. Al 7’ Palermo ad un passo dal vantaggio con Ilicic, che riceve dallo stesso Nocerino e lascia partire un sinistro che si infrange sulla traversa. Al 10’ Sirigu con i piedi si oppone egregiamente alla conclusione ravvicinata di Cerci. Al 15’ il portiere rosanero si fa trovare pronto sul potente tiro scagliato da Marchionni, in seconda battuta Pasqual manda alto. Al 20’ strepitoso gol di Ilicic che batte Frey con un sinistro imparabile da distanza impossibile. Due minuti dopo, Pastore con un destro a giro manda la sfera fuori di un soffio. Al 23’ serpentina di Pinilla nell’area viola, sugli sviluppi Balzaretti conclude e la difesa di casa si salva in corner. Al 36’ il Palermo raddoppia al culmine di un’azione capolavoro: Pastore fugge via nella metà campo viola, triangola alla perfezione con Nocerino e insacca alle spalle di Frey dopo averlo scartato con disinvoltura. Al 41’ nella Fiorentina Comotto subentra a De Silvestri. Nella ripresa, al 2’ Migliaccio recupera palla a centrocampo e fa partire un’azione di contropiede ma Pinilla sciupa. L’attaccante cileno del Palermo ci riprova due minuti dopo di testa sulla punizione battuta da Bovo, Frey blocca il pallone. Al 10’ fuori il viola Marchionni, dentro Santana. Due minuti dopo Gilardino dimezza le distanze mettendo dentro sul cross dello stesso Santana. La risposta dell’undici allenato da Rossi è immediata e al 14’ Pastore mette i brividi a Frey con un sinistro da posizione angolata ed è provvidenziale il salvataggio sulla linea di Pasqual. Al 18’ Mazzoleni vede un fallo di mano in area di Balzaretti e concede il penalty ai padroni di casa: dal dischetto Sirigu ipnotizza Ljajic e para salvando il risultato. Al 20’ nel Palermo Hernandez prende il posto di Pinilla. Al 21’ ennesimo prodigio di Sirigu che neutralizza il colpo di testa di Gilardino deviandolo in calcio d’angolo. Ma la parata più difficile il portiere rosanero la compie due minuti dopo, smanacciando sul palo il tiro a botta sicura di Ljajic. Al 28’ Montolivo viene espulso per fallo da ultimo uomo su Bovo: sul conseguente calcio di punizione lo stesso numero 5 rosanero manda sopra l’incrocio. Alla mezzora assist di Pastore per Ilicic che costringe Frey alla deviazione in angolo. Al 32’ tra i viola Bolatti sostituisce Cerci. Sei minuti dopo, nel Palermo Kasami rileva Ilicic. Al 44’ fuori Pastore, dentro Maccarone. Dopo quattro minuti di recupero Mazzoleni fischia la fine: il Palermo sale a quota 8 in classifica e festeggia la seconda vittoria consecutiva in trasferta.


Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.