Calcio,17a giornata del Campionato di Serie A Tim 2010/2011: Bari 1 vs Palermo 1.

19 Dic. 2010.


Il Palermo chiude il 2010 con un pareggio e con 27 punti in classifica a soli quattro punti della Juventus che occupa il quarto posto, al sesto posto ed in zona Uefa Europa League. 

Oggi, infatti, gli uomini di Delio Rossi hanno pareggiato al San Nicola di Bari contro il Bari di Ventura per una rete ad uno, nel match valevole per la 17a giornata del Campionato di Serie A Tim. Pareggio giusto nel complesso quello che è maturato oggi, anche se i rosanero possono recriminare di non essere stati in grado di chiudere la partita quando ne hanno avuto l'occasione, in più di una circostanza e sciupata clamorosamente, non riuscendo a far valere l'uomo in più in mezzo al campo in considerazione del fatto che il Bari è rimasto in dieci uomini dal trentaduesimo del primo tempo. Un gol per tempo. Al 6' destro violento di Pastore dai 20 metri, a lato alla destra di Padelli di pochissimo. Al 18' punizione: Miccoli scarica direttamente in porta, alto tra i fischi del San Nicola. Al 25' fallaccio di Bovo a centrocampo su Alvarez. Giallo. Al 28' proteste dei giocatore del Bari per un fallo su Donati al limite, l'arbitro lascia correre. Al 30' cartellino giallo per Migliaccio per fallo su Barreto. Al 31' cross da dentro l'area di sinistra di Rivas, Bacinovic tocca con la mano in area. Rizzoli non vede. Al 35' Palermo vicino al vantaggio! Palla in verticale di Pastore per Ilicic che prova il tiro in porta con Padelli in uscita. Raggi salva deviando il tiro. Poi Masiello spazza. 
Al 32’ i pugliesi restano in dieci, come si diceva, per l’espulsione di Rossi per somma di ammonizioni. Al 37' Ventura fa uscire Barreto e mette in campo un difensore, Rinaldi, correndo ai ripari. Quasi allo scadere del primo tempo, al 47' , in pieno recupero ed inaspettatamente, gol del Palermo con Ilicic che tira da fuori area, e con la complicità di una deviazione di un difensore pugliese, mette la palla in rete alle spalle  dall'estremo difensore del Bari Padelli. Primo tempo non particolarmente esaltante quello visto al San Nicola con un Bari che paga l'espulsione alla mezzora di Marco Rossi. Il Palermo, infatti, ha sfruttato la superiorità numerica andando in rete allo scadere grazie alla sfortunata deviazione di Belmonte su tiro di Ilicic. Dall'inizio del secondo tempo in campo Maccarone a posto del capitano Fabrizio Miccoli infortunatosi al 43', quasi allo scadere della prima frazione di gioco. Al 6' Ventura chiama in causa Caputo. Fuori un deludente Kutuzov. Nel secondo tempo, al 9', in gol il Bari  con Andrea Masiello che batte dagli undici metri un calcio di rigore fischiato dall'arbitro Nicola Rizzoli, dubbio, su fallo in area commesso da Goian in danno di Rivas. All'11' Padelli salva! Destro di Cassani sul primo palo dal limite di destra, Padelli chiude in angolo. Al 19' ILICIC spreca tutto! Maccarone entra di forza in area e serve agli 11 metri Ilicic che di prima scarica alto sopra la traversa.  Al 28' terzo e ultimo cambio per Ventura. Fuori Rivas, al suo posto Romero. Al 33' fuori Pastore (prestazione opaca anche oggi per l'argentino); al suo posto  entra in campo Kasami che  vivacizza la manovra rosanero. Al 38' ultimo cambio anche per Delio Rossi. Fuori Bacinovic , al suo posto Liverani. Al 46' proteste del Palermo per una scivolata di Belmonte in area su Maccarone. Poi arriva Rinaldi ad allontanare il pericolo. Intervento al limite del regolamento. Al 47' fallo di Raggi su Kasami. Giallo per lui. La partita finisce al 49' tra le polemiche degli addetti ai lavori per l'arbitraggio del signor Rizzoli.

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.