La Chiesa di Santa Maria della Pietà di Palermo.


Chiesa di Santa Maria della Pietà (Fonte: Dalla rete)

4 Febbraio 2011.

La costruzione della chiesa di Santa Maria della Pietà,che sorge nell’antico quartiere arabo della Kalsa,risale al 1678  fu eretta su commissione delle monache domenicane,che vivevano nel vicino palazzo Abatellis( prima che questo diventasse un museo) i lavori si conclusero nel 1723. 

La chiesa, arretrata rispetto al filo della strada e fronteggiata dall'ottocentesco Palazzo Petrulla, dà luogo a una piazzetta che, nonostante le ridotte dimensioni, lascia trasparire il gusto per la teatralità tipicamente barocco. Il cantiere della chiesa, voluto dalle monache domenicane di clausura, si apre nel 1678 e si chiude già nel 1684. La facciata, vero capolavoro secentesco, è composta di due ordini di colonne completamente libere intramezzate da diverse statue, rappresentanti Santi o Beati domenicani secondo uno schema compositivo certamente influenzato dalla precedente chiesa del Gesù.


L’interno è a navata unica alla fine della quale si apre un'abside semicircolare,la Chiesa  contiene pregevoli affreschi  del Borremans risalenti al Settecento incorniciati dalla stupenda decorazione in stucco con motivi floreali,angeli e putti opera di Giacomo Serpotta


Accedendo alla chiesa superato il magnifico portale si può ammirare il vestibolo dove sono poste quattro colonne che con la loro scansione sostengono sei volte a crociera decorate con episodi che riguardano la vita dei santi appartenenti all'Ordine Domenicano mentre la volta che copre la navata è ricoperta di affresco che raffigura il Trionfo dell'Ordine Domenicano.

Nella parete di destra c'è un'elegantissima acquasantiera rivestita da marmi policromi e vi si succedono tre cappelle:nella prima possiamo ammirare una tela raffigurante Cristo con Mosè e i Quattro Dottori della Chiesa,la seconda è arricchita da una tela  raffigurante una Madonna del Rosario con i Santi Domenico e Vincenzo Ferrer, papa Onorio III, la beata Rosa da Lima e le Sante Caterina d'Alessandria e Margherita;la terza cappella ospita un Crocifisso  settecentesco in legno e tartaruga.

Anche nella parete di sinistra troviamo tre cappelle: nella prima spicca la tela con la Madonna insieme a San Vincenzo Ferrer, i Beati Geremia e Giovanni da Caccamo, Sant'Antonino Vescovo di Firenze e Santa Margherita;nella seconda cappella v'è una tela con L'istituzione dell'Ordine Domenicano femminile;nella terza cappella una meravigliosa cornice in legno intagliato ospita la tela del Compianto sul Cristo Morto.

In Santa Maria della Pietà sono  anche conservate le statue della patrona di Palermo, Santa Rosalia, e della Vergine Immacolata, che tutti gli anni è portata in processione.

Altri Links utili:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

Il Barocco e il Serpotta.