L'affitto si trasforma in risparmio/investimento per accedere al mutuo Con "Merito Casa" diventare proprietari non è più un sogno.


08 Marzo 2011.

Anche per chi parte da zero, Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e Ance Varese 
trovano la soluzione per l'acquisto della prima casa.


La casa è un diritto; un diritto che ognuno si merita. Nasce da questa semplice considerazione Merito casa, il progetto elaborato da Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e Ance Varese - Associazione Costruttori per consentire anche a chi non ha da parte un piccolo capitale di diventare finalmente proprietario. Merito casa sintetizza i due aspetti della questione: da un lato il bene casa visto come bisogno essenziale e irrinunciabile per l'individuo e il nucleo famigliare; dall'altro l'abitazione di proprietà come risultato di un impegno economico che vincola sul medio - lungo periodo chi opera questa scelta richiedendo, da subito, una somma per accedere al mutuo fondiario. È proprio su questo aspetto che Merito Casa fa la differenza. Per chi non dispone di quella somma, grazie al progetto Bcc-Ance l'importo che si verserebbe come affitto si trasforma in un risparmio/investimento che, in 2-4 anni, formerà l'acconto del 20%, già pagato al costruttore, per accedere al mutuo. La proposta è disponibile soltanto con gli associati Ance o i costruttori clienti Bcc.
Ecco i passaggi da seguire:
1) si sceglie con un associato Ance o cliente Bcc la nuova casa, concordando subito il prezzo, con il vantaggio, quindi, di bloccarlo
2) ci si rivolge alla Bcc per accedere a Merito Casa, scegliendo la formula temporale più consona alle proprie esigenze
3) per il periodo scelto (da 2 a 4 anni) si vive nella nuova casa, versando al costruttore un anticipo pari al valore dell'affitto e usufruendo della polizza assicurativa gratuita, offerta dalla Bcc, che copre il rischio di insolvenza derivante dalla perdita del posto di lavoro
4) al termine dei 2-4 anni si diventa proprietari

«Merito casa -afferma Roberto Scazzosi, presidente della Bcc- non è un prodotto bancario; è, piuttosto, un'idea che nasce da un bisogno diffuso, quello dell'abitazione di proprietà. Il bene casa è stato sempre centrale per la nostra banca: in passato -e penso agli anni del boom economico- l'allora Cassa Rurale concesse mutui con cui tante famiglie comprarono o si costruirono una casa; oggi, in una situazione radicalmente mutata e in presenza di difficoltà poste dalla crisi, ribadiamo con strumenti diversi, ma con il medesimo spirito il nostro impegno».
«Confidiamo che questa iniziativa - commenta Sergio Bresciani, presidente Ance Varese - contribuisca significativamente ad abbassare i timori della clientela che, attualmente preoccupata dalle incertezze economiche che mettono a rischio la stabilità dei posti di lavoro, non vuole avviare l'acquisto della prima casa. Ritengo che questo strumento abbia il grande pregio di far sentire al cliente di non essere lasciato solo in quella che rimane comunque una decisione importante. Inoltre il pacchetto assicurativo, sia a favore del cliente sia dell'impresa venditrice, crea un rapporto assolutamente paritario tra le parti contraenti».
Quattro i vantaggi di Merito Casa: il prezzo d'acquisto dell'immobile bloccato al momento in cui si entra nella nuova casa; il recupero totale delle spese, che si trasformano in acconto sul rogito; l'impegno al finanziamento, perché con Merito Casa si versa, a rate, il 20% del valore dell'immobile; la copertura assicurativa gratuita offerta dalla Bcc (per rischio vita e perdita posto di lavoro) per la prima fase contrattuale. Al termine di questo periodo l'acquirente ha la possibilità di rogitare l'immobile usufruendo di un finanziamento.
«Abbiamo lavorato a Merito Casa come è nel nostro stile -spiega il direttore generale della Bcc, Luca Barni-, intercettando un'esigenza sentita sul territorio e cercando una soluzione con chi opera nel settore. Il metodo che abbiamo seguito è quello sartoriale, dell'abito confezionato su misura: quando dal basso ci arriva una richiesta, cerchiamo un partner per contribuire a esaudirla, ognuno svolgendo al meglio la propria funzione, noi come banca, Ance come associazione di categoria».
«Questo prodotto è stato costruito a quattro mani -conclude il direttore di Ance, Gianpietro Ghiringhelli-: la Banca e l'Associazione hanno messo a disposizione, fondendole, le proprie competenze e professionalità cercando di elaborare un prodotto assolutamente aperto, trasparente e garante di pari dignità tra Cliente e Imprese, minimizzando i rischi di entrambi».
Per informazioni è possibile rivolgersi alla sede e alle filiali della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate tel. 0331 560327/560253 e-mailinfo@bustogarolfo.bcc.it e all'Ance Varese (Associazione Costruttori Edili della Provincia di Varese), via Cavour 32, Varese tel. 0332/830030 e-mailasedilva@tin.it .

Ufficio Stampa Bcc Busto Garolfo e Buguggiate: Eo Ipso
Info: Marco Calini - Cell. 339.1544973 - Mail. mcalini@eoipso.it

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.