387° Festino di San Rosalia. Il programma di oggi, giovedì 14 Luglio 2011.

14 Luglio 2011.


Giorni 14/15 Luglio


Luogo: Monte di Pietà  e zone limitrofe

Il Festinello

Allestimento di tradizione antica e popolare nello spazio che ospita la prima edicola votiva della Santa; il cosiddetto “Triunfu di S.Rosalia” e il “Tusiello”, baldacchino barocco utilizzato nei festeggiamenti religiosi dell’Italia Meridionale; la manifestazione comprende banda musicale, opera dei pupi e “triunfu” gastronomico di specialità siciliane.


Giorno 14 Luglio


Luogo: Teatro dei Pupi a Borgo Vecchio

- ore 18 Lo spettacolo dei pupi: "Ri Carlo Magno Re Imperaturi a Rosalia Sinibaldi"
Lo spettacolo proposto da una  tra le più antiche famiglie di pupari, racconta i fatti di Santa Rosalia, ed è adatto ad un pubblico eterogeneo.


Luogo: Teatro dei Pupi Argento

- ore 18 Lo spettacolo dell'opera dei pupi – “La storia di Santa Rosalia”.
Lo spettacolo proposto da una  tra le più antiche famiglie di pupari della città, racconta la storia di Santa Rosalia.

 

Luogo: Teatro Zappalà - Mondello


- ore 21.30 Lo spettacolo “Santa e Rosalia” di Franco Scaldati
Lo spettacolo “Santa e Rosalia” nasce al Centro Sociale S. Saverio nel quartiere Albergheria, frutto di uno dei laboratori tenuti da F.Scaldati con gli abitanti del quartiere; un dolce viaggio nel sentimento religioso di Palermo, visionario e poetico ricco di sonorità e umori popolari; un omaggio di Scaldati alla città di Palermo.


Luogo: Palchetto della Musica

- ore 21.00   Lo spettacolo “A Beneficiata du Fistinu di Nofrio e Virticchiu" di Giacomo Civiletti.
“A Beneficiata du Festino”, una sorte di lotteria del tempo della povera gente. E’ il Teatro delle "Vastasate", la nostra commedia dell'arte: lo spettacolo comprende cinque farse: 1) A Beneficiata du Fistinu; 2) Nofrio Baruni; 3) Nella; 4) L'uovo; 5) Lupe e Torralba.


Luogo: dalla Cattedrale a Piazza Marina

- ore 21.30 "W Palermo e Santa Rosalia" - realizzazione del Corteo e del Carro trionfale in occasione del 387° Festino
Gli artisti si stringono intorno alla santa e  la portano in corteo, esso rappresenterà infatti il nucleo centrale della festa. Il carro sarò nuovo un grande roseto barocco grazie anche all’utilizzo della luminarie scultoree di tradizione siciliana, sarà un carro vivente : 12 attrici palermitane (tra cui Ester e Maria Cucinotti, Stefania Blandeburgo, Giuditta Perriera, Sabrina Petyx ed Elisa Parrinello, etc.) interpreteranno le vergini e le martiri. Il carro trionfale di quest’anno sarà dedicato alle vittime sul lavoro; altri 20 musicisti (tra cui Dario Sulis, Dimas Camargo, Gianni Gebbia, Salvatore Pizzurro, Giovanni Parrinello, etc.) sfileranno su delle Moto Ape addobbate a festa ed eseguiranno delle improvvisazioni sonore. Su un altro carro, per la prima volta in corteo, vi saranno due teatrini dei pupi che accompagneranno la “scinnuta” attraverso il mare annunciando l’arrivo della santa. L’allestimento sarà a cura di Nino Cuticchio. Concluderanno la Festa i tradizionali giochi pirotecnici che illumineranno cielo e mare.

Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.