387° Festino di San Rosalia. Il programma di oggi 15 Luglio 2011.

Giorno 15 Luglio

Luogo: Teatro delle Balate


- ore 21.30 Lo spettacolo "Turpis Gyrovagus vanus" Esperimenta da testi medievali.
Piece teatrale in un atto unico, tratto da testi medievali; racconta la storia dei giullari e degli attori nel periodo medievale, un viaggio bizzarro e divertente ma anche satirico e drammatico della Compagnia Darianton;


Luogo: Villa Pantelleria


- ore 21.30 Spettacolo – evento "U fistinu, calia, simensa, babbaluci, muluna e vinu. W Santa Rosalia" di Lollo Franco
Spettacolo/evento realizzato da Lollo Franco. Si tratta di  un progetto scenico dell'opera popolare secondo la tradizione palermitana: drammatico, comico, suonato, cantato e ballato , una vera animazione storica della vera vicenda di S.Rosalia (con la proiezione altresì di immagini-video riguardanti la Santa Patrona).


Luogo: Sagrato Chiesa S.Maria della Pietà (alla fine della processione religiosa)

- ore 21.30 Lo spettacolo “A Munti Piddirinu c’è ‘na Rosa”.
Rosa e Vito Parrinello con i figli Elisa e Giovanni  e la sua Compagnia interpreteranno “i Triunfi”, in collaborazione con il Corpo Bandistico Palermitano, accompagnati da fuochisti, danzatrici e percussionisti, che scandiranno il ritmo delle varie fasi del racconto ( La peste a Palermo, La dottrina popolare, Il rito religioso), dove la danza e la musica avranno una valenza di rilievo. Una grande festa fatta di ritualità, tradizioni, fede, gestualità, colori, sapori, luci e canti.


Luogo: Monte di Pietà

- ore 21.30 Spettacolo "Masculiata" regia di Angelo Butera
Lo spettacolo inizia  con alcuni "Triunfi", forme sonore della devozione popolare con Toty Basso e Tobia Vaccaro, per concludersi alle 22.30 con "la lunga notte dei terroni" protagonisti alcuni tra i più importanti artisti palermitani (Luigi Maria Burruano, Tony Sperandeo, Gino Carista, Raffaele Sabato e tanti altri, che rendono omaggio alla Santuzza - la serata sarà condotta da Massimo Minutella.

Luogo: Palazzo Steri

- ore 20.00   Lo spettacolo “Ballarò” di Serena Lao.
L'opera, scritta dalla cantautrice siciliana Serena Lao, racconta la vita, i sentimenti, gli odori e i sapori della Palermo del dopoguerra, attraverso i personaggi del quartiere Ballarò, all’interno della rappresentazione uno spaccato dell’antico Festino tra suoni, canti e triunfi. Direzione musicale Diego Spitaleri.

- ore 21.00 Lo spettacolo "Rusulia Rigina di Palermu" "U Fistinu" Fra tradizioni e innovazioni.
Nello spettacolo i musicisti e le voci narranti metteranno in scena con coloristiche strumentali e vocali, la vita, i miracoli e il ritrovamento della Santuzza ed ancora la devozione a Santa Rosalia del popolo palermitano. Le composizione sono attinte dal patrimonio dei “Sunaturi Orbi” rivisitato e messo in versi dai Giordano.

 

- ore 22.00  "Bella Dama" cunti e triunfi per Rosalia, "la Santa Signora di Palermo" di Sara Cappello
Lo spettacolo è una rappresentazione del sentimento popolare del sacro che utilizza in forma teatrale ed in canto, un tracciato poetico-religioso, rappresentato dai "Triunfi" dei cantastorie ciechi del 1600. tra le quali spicca la Canzone “Bella Dama” scritta da Sara Cappello.

Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.