Brillamenti solari: Si rischia forse di essere bombardati da brillamenti solari di classe X?


L'immagine di un brillamento solare verificatosi Martedì 28 ottobre 2003, e catturato dal Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) . (Fonte: NASA / SOHO).

16 Agosto 2011.


I brillamenti solari sono gigantesche esplosioni sul Sole che inviano energia, luce e particelle ad alta velocità nello spazio. Questi brillamenti sono spesso associati a tempeste magnetiche solari  meglio conosciuti come espulsioni di massa coronale (CME). 
Il numero di brillamenti solari aumenta circa ogni 11 anni, ed il sole sta muovendo verso un altro massimo solare, che si verificherà probabilmente nel 2013. 
Ciò significa che arriveranno più brillamenti, alcuni piccoli ed alcuni abbastanza grandi da far giungere  le loro radiazioni fino alla Terra. 
Le più grandi eruzioni stellari (cioè una violenta eruzione di materia che esplode dalla fotosfera di una stella, con un'energia equivalente a varie decine di milioni di bombe atomiche. I brillamenti delle stelle creano delle spettacolari protuberanze solari ed emettono fasci di vento solare molto energetico; in particolare la radiazione emessa da questi fenomeni nel Sole può rappresentare un pericolo per le navi spaziali al di fuori della magnetosfera terrestre, e che interferisce con le comunicazioni radio sulla Terra. I brillamenti sono spesso associati alle macchie solari e sono probabilmente causati dal rilascio di energia in occasione del fenomeno di riconnessione delle linee di campo magnetico.) sono conosciuti come "brillamenti di classe X";i brillamenti solari sono classificati come A (nei pressi di livelli di fondo), seguite dai brillamenti di classe B, C, M e simili alla scala Richter per i terremoti. Ogni lettera rappresenta un aumento di 10 volte della produzione di energia. Quindi una X è dieci volte una M e 100 volte un brillamento di classe C. La NASA e la NOAA - così come la US Air Agenzia Meteo Force (AFWA) ed altri - vigileranno e monitoreranno costantemente  il Sole per lo studio di tali brillamenti solari di classe X e le successive  tempeste magnetiche associate al fenomeno. A volte superano il valore massimo (X9): il 16 agosto 1999 e il 2 aprile 2001 vennero misurati dei brillamenti X20, ma essi furono superati da quello del 4 novembre 2003, che fu stimato a X45 ed è il più potente mai registrato. La regione di macchie solari 486 era la più turbolenta mai osservata. Per saperne di più...

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.