Industria: pronto al rilancio il comparto dei sistemi di sollevamento.

23 Giugno 2012.


Dopo la fase di progettazione e test, VHT pronta a consegnare le prime commesse

Il settore industriale italiano per eccellenza rimette in moto l'economia


A un anno di distanza dalla sua costituzione, VHT, Varese Hoisting Technology, azienda costituita per rilanciare un comparto d'eccellenza dell'industria italiana, quello dei sistemi tecnologici di sollevamento, è pronta a mettere sul mercato i propri prodotti. E per far toccare con mano agli attori economici, finanziari e di settore la bontà e la qualità dei macchinari, VHT ha aperto le porte del proprio stabilimento al fine di visitare i capannoni industriali, le aree di progettazione e test e mettere in vetrina i primi paranchi a catena e fune e le gru a bandiera che sono la parte nobile di ogni macchinario destinato ai processi industriali di sollevamento in tutto il mondo. «Abbiamo voluto aprire le porte della nostra fabbrica perché solo così è possibile per i committenti e tutti quanti sono interessati ai nostri materiali toccare con mano la qualità e l'eccellenza dei nostri prodotti -ha commentato Libero Donati, amministratore unico di VHT-. I sistemi di sollevamento sono la componente nobile di qualsiasi macchinario destinato al sollevamento di carichi. Sicurezza, qualità, resistenza ed affidabilità sono le caratteristiche dei prodotti italiani che, da sempre, vengono riconosciute a questo comparto in tutto il mondo. Con oggi, in Italia il settore riprende fiato e ritorna a essere protagonista sui mercati, sia nazionale sia internazionale».
Venerdì 22 giugno, dunque, dalle 9 alle 18 i cancelli di via Risorgimento a Bodio Lomnago (Varese) sono rimasti aperti perché i prodotti VHT fossero toccati con mano da chi, tutti i giorni, ha a che fare con gilil apparecchi di sollevamento. Non solo. Durante l'open day, VHT ha organizzato anche due seminari relativamente alle normative europee in materia di progettazione dei sistemi tecnologici di sollevamento e alla vita residua e alle verifiche periodiche degli apparecchi: «Si tratta di due campi molto importanti per il settore -ha precisato Donati-, perché toccano due aspetti di assoluta importanza. Le normative europee hanno introdotto nuove norme a cui gli utilizzatori dei sistemi tecnologici di sollevamento devono prestare massima attenzione, soprattutto in fase di progettazione degli apparecchi. Anche la vita residua e le verifiche periodiche meritano un occhio particolare perché si tratta di macchinari d'eccellenza ai quali il fattore sicurezza è al primo posto. Stiamo parlando di macchine che sollevano pesi e che necessitano una continua opera di controllo della loro affidabilità».
Alla manifestazione ha preso parte anche il sindaco di Bodio Lomnago, Bruno Pavan, che ha ricordato che nell'area dove ora sorge la VHT «esisteva un'altra grande azienda, la Bticino che, quando ci è stato comunicato che avrebbe trasferito la propria area industriale creò per il Comune una serie di interrogativi delicati: avremmo assistito alla nascita dell'ennesima area dismessa del nostro territorio? Quali soluzioni avremmo messo in campo, in un momento storico così difficile come quello attuale, non solo per l'economia, ma anche per chi si trova ad amministrare un Comune? L'arrivo di una realtà industriale così eccellente è stata sia una bella sorpresa, ma anche una risposta a molti interrogativi che l'amministrazione comunale si stava ponendo». Il primo cittadino ha poi concentrato l'attenzione sulla «speranza che questa realtà infonde al panorama industriale italiano e non solo del nostro territorio. Ci troviamo di fronte -ha concluso- a un'azienda italiana, con un management italiano, che produce macchinari d'eccellenza dell'industria nostrana e che crea occupazione. Un messaggio chiaro e forte: il nostro Paese ha le capacità di riprendere in mano il proprio futuro. E VHT ne è una, seppur piccola, dimostrazione».


Fonte:

Ufficio stampa: Eo Ipso Srl
Info: Stefano Morelli – Cell. 335.5920810 – Mail. smorelli@eoipso.it

I Post più popolari

SOLIDARIETA’ IN SICILIA, LA DELEGAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MISSIONARIO INTERNAZIONALE ONLUS "E TI PORTO IN AFRICA" REALIZZA UNA IMPORTANTE PIANTAGIONE DI CACAO PER LA SOPRAVVIVENZA DI FAMIGLIE POVERE IN COSTA D’AVORIO.

Le origini del nome della città di Palermo.

LA NORMAN ACADEMY SICILIA DONA MATERIALE DIDATTICO AI BIMBI DEL GHANA.

Recensione del romanzo giallo "L'infanzia violata", di Francesco Toscano, redatta dalla lettrice Maria Giulia Noto.

Raccolta fondi pro Africa, nell'ambito della campagna di sensibilizzazione dell’Associazione Onlus ‘E ti porto in Africa’.

Festa dell'inclusione a ItaStra. Si presenta il progetto FAMI.

Il blog "Sicilia, la terra del Sole", compie 10 anni di vita; un grazie ai suoi lettori e a quanti hanno creduto nel lavoro del suo webmaster.

SHAREWOOD VINCE IL PEOPLE’S CHOICE AWARD AL PHOCUSWRIGHT DI AMSTERDAM.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

IL TEATRO “MASSIMO” DI PALERMO