Niccolò Ammaniti al Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo, lunedì 30 marzo alle ore 16.00.



28 marzo 2015.
Dalla scrittura alla regia cinematografica. Lo scrittore Niccolò Ammaniti al Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo. Dialoga con lui Roberto Andò.
Lunedì 30 marzo dalle 16.00 alle 18.00, nella Sala Bianca del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo Niccolò Ammaniti incontrerà il pubblico per raccontare l’esperienza della scrittura con le immagini con una masterclass rivolta agli allievi del primo anno del Corso di documentario, aperta al pubblico. Dialoga con lui Roberto Andò.
Scrittore tra i più interessanti e poliedrici del panorama italiano, Ammaniti ha debuttato nella regia cinematografica con il documentario-reportage The good life (2014).  
“Io racconto storie inventate dalla prima all’ultima parola – dichiara Ammaniti. In questo caso, andando dietro la macchina da presa, quello che mi interessava fare era l’opposto: raccontare il nostro paese, gli anni settanta, attraverso lo sguardo obliquo di chi li ha vissuti e ora vive lontano.”
The good life è un documentario reportage tutto ambientato in India. Tre storie di italiani trasferitisi in India alla ricerca di un riscatto e di una nuova vita. Baba Shiva lascia l’Italia e diventa un sacerdote induista, avvolto nella sua veste rossa, recitando preghiere sulle rive del Gange. Eris, nomade in viaggio per l’Asia, si stabilisce con moglie e figli sull’Himalaya. Giorgio, fuggito di casa a tredici anni, diventa il custode del tempio in un piccolo paese polveroso. Lo scrittore usa il suo talento e la sua sensibilità per raccontare un universo affascinante, di persone che hanno rinunciato all’Italia per una vita diversa, in cui non c’è spazio per il superfluo. Il viaggio come fuga, e come mezzo per scoprire se stessi e la vera essenza della vita, attraverso una nuova spiritualità.
Niccolò Ammanitiè nato a Roma. Ha pubblicato Nel nome del figlio(1995), Fango (1996), Ti prendoe ti porto via (1999) e Come Dio Comanda (Premio Strega 2007, è stato portato sul grande schermo da Gabriele Salvatores). Branchie (1997), Io non ho paura (2001, 2011 e 2014), Che la festa cominci (2009, 2011, 2015), Io e te (2010), la raccolta di racconti Il momento è delicato (2012) e la raccolta di storie a fumetti Fa un po' male (2004), sceneggiata da Daniele Brolli e disegnata da Davide Fabbri. Dai suoi libri sono stati tratti film di successo, di importanti registi. È pubblicato in quarantaquattro Paesi.



Fonte:

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Le Chiese di Palermo: Santa Caterina Vergine e Martire.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.