Oggi la premiazione delle opere ammesse al Concorso Letterario Nazionale "La Nostra Terra 2015" promosso ed organizzato da Giambra Editori.

Terme Vigliatore (Me), cartografia tratta da Google Maps.
Terme Vigliatore (Me), lì 14 giugno 2015. Alle ore 11.00 circa odierne, presso il ristorante "Helios Garden" sito a Terme Vigliatore (Me), in via Marchesana Marina n.17, nella splendida località turistica prospiciente le Eolie, si è celebrata la premiazione delle opere letterarie ammesse al Concorso Letterario Nazionale "La Nostra Terra 2015", promosso ed organizzato da Giambra Editori. Il Concorso, giunto alla sua seconda edizione, ha visto trionfare la fiaba "Spadino, il monello dello Stretto" di Sebastiano Plutino. Come si legge nel quarto di copertina dell'opera, la fiaba "Spadino, il monello dello Stretto" "[..] è il primo racconto di una serie di avventure che vedono protagonista Spadino De Spadis, un piccolo pesce spada, a spasso nello Stretto di Messina insieme ai suoi simpatici compagni Spatola e Lampuga. I più piccoli tratteranno il fiato per conoscere la fine della storia, gli adulti apprezzeranno il linguaggio semplice con cui viene descritto l'affascinante mondo marino che, al passaggio del piccolo "monello dello Stretto", si anima di suoni, colori e vita.[..]" Oltre ad essere stato nominato vincitore del Concorso Letterario in parola, "Spadino, il monello dello Stretto", si è classificato primo nella Sezione "B", Narrativa, primeggiando rispetto alle opere "Sette femmine a cena" di Ottavio Taranto, classificatosi al secondo posto, "I ru viddrani" di Francesco Toscano, classificatosi al terzo posto. La Giuria del Concorso Letterario Nazionale “LA NOSTRA TERRA 2015”, esprimendo vivo apprezzamento per l’elevata qualità di tutti i lavori presentati, ha individuato anche i seguenti vincitori: 2° Classificato "Iu era nicu "di Carmelo Di Stefano; 3° Classificato "Cespugli e sepolcri" di Salvatore Gaglio. Quest'ultime opere si erano classificate nelle rispettive Sezioni, C e D, in tal guisa:

Vincitori della Sezione C: poesia in lingua italiana 
1) Cespugli e sepolcri di Salvatore Gaglio;
2) Le voci dell’anima di Domenico Sergi;
3) A piedi nudi sulla tua terra di Manuela Magi.

Vincitori della Sezione D: poesia dialettale siciliana 
1) Iu era nicu di Carmelo Di Stefano;
2) Essiri cava di Franca Cavallo;
3) Vinu meli e mustu di Anna La Rosa.

I Post più popolari

SOLIDARIETA’ IN SICILIA, LA DELEGAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MISSIONARIO INTERNAZIONALE ONLUS "E TI PORTO IN AFRICA" REALIZZA UNA IMPORTANTE PIANTAGIONE DI CACAO PER LA SOPRAVVIVENZA DI FAMIGLIE POVERE IN COSTA D’AVORIO.

Le origini del nome della città di Palermo.

LA NORMAN ACADEMY SICILIA DONA MATERIALE DIDATTICO AI BIMBI DEL GHANA.

Recensione del romanzo giallo "L'infanzia violata", di Francesco Toscano, redatta dalla lettrice Maria Giulia Noto.

Raccolta fondi pro Africa, nell'ambito della campagna di sensibilizzazione dell’Associazione Onlus ‘E ti porto in Africa’.

Festa dell'inclusione a ItaStra. Si presenta il progetto FAMI.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

IL TEATRO “MASSIMO” DI PALERMO

La condizione della donna nell'Ottocento.

Il blog "Sicilia, la terra del Sole", compie 10 anni di vita; un grazie ai suoi lettori e a quanti hanno creduto nel lavoro del suo webmaster.