PROGETTO “CHI SEMINA RACCONTA” UN BENE CONFISCATO GESTITO DA GIOVANI IN DIFFICOLTÀ.

28 settembre 2015.

La conferenza stampa di presentazione si terrà domani martedì 29 settembre alle 10.30 presso la sede di Libera di piazza Castelnuovo 13, a Palermo.


Palermo, 28 settembre 2015 - Si terrà domani, martedì 29 settembre, alle ore 10.30, presso la sede di Libera Palermo di piazza Castelnuovo 13, a Palermo, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Chi semina racconta”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato dalla Cooperativa sociale Placido Rizzotto (capofila), da Libera Palermo, da Orizzonte Donna onlus e dalla Rete delle Fattorie sociali Sicilia.
Obiettivo del progetto è la formazione di ragazzi e giovani donne in condizione di disagio e a rischio marginalità che, attraverso l’agricoltura sociale, diverranno protagonisti della valorizzazione di un bene confiscato alla mafia e quindi di un percorso di legalità.
Alla conferenza stampa interverranno Francesco Galante (presidente della Cooperativa Placido Rizzotto), Giovanni Pagano (coordinatore provinciale di Libera Palermo), Antonella Massimino (vicepresidente di Orizzonte Donna onlus)  e Salvatore Cacciola (presidente della Rete delle Fattorie sociali Sicilia).



Ufficio stampa:
Roberto Immesi
328/⁠8881065
robertoimmesi@gmail.com

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

PALERMO:DAL 24 CIRCOLAZIONE A TARGHE ALTERNE, UNA PAGINA WEB NEL SITO DEL COMUNE.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio, stagione amara per l'Italia.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.