MIELE, ISTITUTO ZOOPROFILATTICO: "E' ancora allarme insetto killer in Sicilia?" Domani un convegno a Palermo.


Miele e parassiti, come stanno le aziende apistiche siciliane?
Dopo due anni dall’allarme, c’è ancora il rischio d’insetti killer?
Il tema domani sarà al centro di un convegno all’Istituto Zooprofilattico di Palermo

PALERMO. “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero soltanto quattro anni di vita”. Attribuita ad Albert Einstein, la celebre frase, che forse il grande fisico e Premio Nobel non pronunciò mai, esalta l’importanza di questi insetti non solo per la produzione di miele, dalle risapute proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, lenitive e sedative, ma soprattutto per l’impollinazione dei fiori di molte piante da frutto. Peccato, però, che le api sono minacciate dai pesticidi e da una serie di parassiti in grado di determinare notevoli danni agli alveari. Dopo due anni dall’arrivo di Aethina tumida, un coleottero killer che, rendendo invendibile il miele, ha fatto tremare gli apicoltori del Siracusano, a che punto è la lotta contro il micidiale insetto? Ci sono ancora focolai? Qual è lo stato di salute delle centinaia di aziende apistiche sparse a Catania, Palermo e Messina, dopo che la Comunità europea nel 2014 vietò ai siciliani di esportare arnie e api? Per rispondere a queste domande, l’Istituto Zooprofilattico della Sicilia, dove è attivo un servizio a sportello per gli apicoltori, ha organizzato un convegno, dal titolo Aethina tumida: stato dell’arte e prospettive future. L’appuntamento è


domani, 6 maggio
alle 10
nell’aula magna dell’Istituto Zooprofilattico
via Marinuzzi, 3
Palermo


Saranno presenti, tra gli altri, Franco Mutinelli, veterinario, rappresentante del Centro di referenza nazionale per l’apicoltura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Giovanni Formato, veterinario, dello Zooprofilattico Lazio e Toscana, Antonino Virga, dirigente dell’assessorato regionale alla Salute, Salvatore Seminara commissario straordinario e Santo Caracappa, direttore sanitario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia. Modererà l’incontro Stefano Reale, dirigente biologo dello Zooprofilattico di Palermo e organizzatore del convegno.




Palermo, 5 maggio 2016

Ufficio stampa: Giuseppina Varsalona (338.8385836)  

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.