MIELE, ISTITUTO ZOOPROFILATTICO: "E' ancora allarme insetto killer in Sicilia?" Domani un convegno a Palermo.


Miele e parassiti, come stanno le aziende apistiche siciliane?
Dopo due anni dall’allarme, c’è ancora il rischio d’insetti killer?
Il tema domani sarà al centro di un convegno all’Istituto Zooprofilattico di Palermo

PALERMO. “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero soltanto quattro anni di vita”. Attribuita ad Albert Einstein, la celebre frase, che forse il grande fisico e Premio Nobel non pronunciò mai, esalta l’importanza di questi insetti non solo per la produzione di miele, dalle risapute proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, lenitive e sedative, ma soprattutto per l’impollinazione dei fiori di molte piante da frutto. Peccato, però, che le api sono minacciate dai pesticidi e da una serie di parassiti in grado di determinare notevoli danni agli alveari. Dopo due anni dall’arrivo di Aethina tumida, un coleottero killer che, rendendo invendibile il miele, ha fatto tremare gli apicoltori del Siracusano, a che punto è la lotta contro il micidiale insetto? Ci sono ancora focolai? Qual è lo stato di salute delle centinaia di aziende apistiche sparse a Catania, Palermo e Messina, dopo che la Comunità europea nel 2014 vietò ai siciliani di esportare arnie e api? Per rispondere a queste domande, l’Istituto Zooprofilattico della Sicilia, dove è attivo un servizio a sportello per gli apicoltori, ha organizzato un convegno, dal titolo Aethina tumida: stato dell’arte e prospettive future. L’appuntamento è


domani, 6 maggio
alle 10
nell’aula magna dell’Istituto Zooprofilattico
via Marinuzzi, 3
Palermo


Saranno presenti, tra gli altri, Franco Mutinelli, veterinario, rappresentante del Centro di referenza nazionale per l’apicoltura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Giovanni Formato, veterinario, dello Zooprofilattico Lazio e Toscana, Antonino Virga, dirigente dell’assessorato regionale alla Salute, Salvatore Seminara commissario straordinario e Santo Caracappa, direttore sanitario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia. Modererà l’incontro Stefano Reale, dirigente biologo dello Zooprofilattico di Palermo e organizzatore del convegno.




Palermo, 5 maggio 2016

Ufficio stampa: Giuseppina Varsalona (338.8385836)  

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

SOLIDARIETA’ IN SICILIA, LA DELEGAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MISSIONARIO INTERNAZIONALE ONLUS "E TI PORTO IN AFRICA" REALIZZA UNA IMPORTANTE PIANTAGIONE DI CACAO PER LA SOPRAVVIVENZA DI FAMIGLIE POVERE IN COSTA D’AVORIO.

LA NORMAN ACADEMY SICILIA DONA MATERIALE DIDATTICO AI BIMBI DEL GHANA.

Recensione del romanzo giallo "L'infanzia violata", di Francesco Toscano, redatta dalla lettrice Maria Giulia Noto.

Raccolta fondi pro Africa, nell'ambito della campagna di sensibilizzazione dell’Associazione Onlus ‘E ti porto in Africa’.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

La condizione della donna nell'Ottocento.

IL TEATRO “MASSIMO” DI PALERMO

Festa dell'inclusione a ItaStra. Si presenta il progetto FAMI.

Il blog "Sicilia, la terra del Sole", compie 10 anni di vita; un grazie ai suoi lettori e a quanti hanno creduto nel lavoro del suo webmaster.