Sicurezza alimentare e malattie animali, via all’intesa tra Regione e Istituto Zooprofilattico della Sicilia. Nasce l’Osservatorio Epidemiologico regionale veterinario.

4 settembre 2016.

Sicurezza alimentare e malattie animali, via all’intesa tra Regione e Istituto Zooprofilattico della Sicilia.
Nasce l’Osservatorio Epidemiologico regionale veterinario.
Domani alle 11 la firma del protocollo all’assessorato regionale alla Salute, in piazza Ziino.

Palermo. Si occuperà di raccogliere ed elaborare i dati sanitari per garantire la sicurezza alimentare in tutti i passaggi della filiera, di monitorare le malattie animali e le zoonosi e di predisporre sistemi di sorveglianza entomologica nell’ambito del sistema zootecnico. Nasce con questi obiettivi l’Osservatorio Epidemiologico regionale veterinario, frutto di un’intesa tra l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia e l’assessorato regionale alla Salute. Il protocollo sarà firmato e presentato alla stampa dall’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi:
domani alle 11 all’assessorato regionale alla Salute, in piazza Ziino, 24 al terzo piano.

Saranno presenti il direttore del dipartimento per le Attività sanitarie Ignazio Tozzo, Salvatore Seminara, Santo Caracappa e Gabriele Ciaccio, rispettivamente commissario straordinario, direttore sanitario e direttore amministrativo dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia.











Palermo, 30 agosto 2016
Ufficio stampa: Giuseppina Varsalona (338.8385836)

I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

La chiesa dell'Immacolata Concezione di Palermo, nel quartiere Capo: un gioiello dell'arte barocca.

Le Chiese di Palermo: Santa Caterina Vergine e Martire.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.