[Sicilia Stampa] ESPERIENZA INSEGNA: BIONDI, PRESIDENTE DELL'INDIRE, DOMANI OSPITE DELLA KERMESSE.
























Fotosintesi delle piante ed eruzioni vulcaniche
Benvenuti ai laboratori di Esperienza inSegna, per capire la scienza giocando
Al Polididattico un weekend ricco di attività e spettacoli per grandi e piccoli


PALERMO – Porte aperte anche sabato e domenica a Esperienza InSegna. Domani l’ospite d’onore della kermesse scientifica dedicata all’ambiente sarà Giovanni Biondi, presidente dell’Indire (Istituto nazionale documentazione, innovazione, ricerca educativa), il più antico ente di ricerca del ministero dell’Istruzione, e presidente di European Schoolnet, il network di 30 ministeri europei dell’educazione. Biondi, a partire dalle 9, visiterà il festival in corso al Polididattico (edificio 19) e sarà accompagnato dall’assessore comunale alla Scuola, Barbara Evola.
Si potrà andare a spasso tra i coloratissimi exhibit e i laboratori che da una settimana animano le aule. Domani si potrà conoscere lo spettacolare mondo che si nasconde all'interno di una goccia d’acqua e vedere la simulazione di un’eruzione vulcanica. Grandi e piccini potranno capire come avviene la fotosintesi delle piante e, con facili esperimenti, scoprire le concentrazioni di radioattività delle aule del Polididattico.
Sono i laboratori il filo conduttore di tutte le edizioni di Esperienza inSegna, manifestazione che dà largo spazio all’attività pratica. Sono rivolti agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, ma anche a docenti ed educatori che siano interessati a esperimenti brevi, realizzabili con materiale facilmente reperibile e preparati in modo da fare gustare ai ragazzi il piacere della riflessione su temi scientifici. Lo scopo principale è quello di interessarli alle scienze divertendoli, creando un’atmosfera accogliente e giocosa. I visitatori avranno la possibilità di vivere la scienza in prima persona e scoprire i segreti dell’ambiente.
Eccoli in dettaglio.


Fotosintetizziamo?
Il laboratorio si propone di analizzare i processi di fotosintesi e respirazione negli organismi autotrofi, come le piante, capaci di nutrirsi utilizzando soltanto semplici sostanze inorganiche. I ricercatori di Palermoscienza misureranno i livelli di CO2 e O2 consumati e prodotti da una pianta verde posta in una teca trasparente in presenza e in assenza di luce, tramite sensori specifici collegati a un’interfaccia digitale. Si continuerà con la preparazione di vetrini con lembi fogliari e l’osservazione dell'anatomia fogliare al microscopio ottico. Infine si effettuerà l’estrazione della clorofilla da foglie verdi.
Associazione Palermoscienza
sabato 18 dalle 9 alle 13

Il Vesuvio e Pompei
Ricostruzione del Vesuvio e della pianta di Pompei con edifici e abitanti. Riproduzione della scena dell'eruzione.
Associazione PALERMOSCIENZA
sabato 18 dalle 9 alle 13


L’uomo e l’ambiente
E’ un seminario di circa 20 minuti sulla relazione tra uomo e ambiente, durante il quale verranno analizzate le buone pratiche e gli impatti ambientali.
EcoCampus Keystone srl
Sabato 18 dalle 9 alle 13  


Palermo, 14 febbraio 2017
Ufficio stampa: Futurantica srl
Giuseppina Varsalona (338.8385836)
Marina Grasso (328.8410840)


I Post più popolari

Le origini del nome della città di Palermo.

In Sicilia abbondano da sempre i cereali.

IL MIRTO: TRA BACCHE, RAMI E FOGLIE IL PRINCIPE DI LIQUORI E MARMELLATE.

La Chiesa di San Francesco d'Assisi di Palermo.

Parapendio acrobatico in Friuli e team deltaplano ai mondiali in Brasile.

Le vie di Palermo: Via Roma.

Storia delle Sante Patrone di Palermo. Seconda parte.

Naro (AG) fra miti e leggende.

Deltaplano azzurro per la nona volta sul tetto del mondo.

La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo.